Project Description

PILATES

E’ un sistema di allenamento costituito da un’ampia gamma di esercizi che si concentrano sui muscoli posturali per tenere il corpo bilanciato e fornire supporto alla colonna vertebrale. Il metodo è indicato anche nel campo della riabilitazione posturale, in particolare gli esercizi fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale. Per godere dei reali vantaggi di questo metodo è necessario familiarizzare con i sei principi base: respirazione, baricentro, precisione, concentrazione, controllo e fluidità.

Favorire l’equilibrio tra mente e corpo e combattere il logorio della vita contemporanea: è questo, in sintesi, il Pilates. Disciplina sportiva di recente sviluppo, il Pilates è però rimasto per lunghi anni nell’ombra, praticato essenzialmente da ballerini e atleti come tecnica di coordinazione e potenziamento del corpo. L’epoca contemporanea ha però assistito alla scoperta di questa tecnica di fitness, la cui peculiarità è quella di conciliare la ricerca della forma fisica all’equilibrio tra mente e corpo.

Il Pilates è infatti il frutto di un’intensa riflessione sulle tecniche sportive occidentali moderne, considerate insoddisfacenti e poco appaganti dal punto di vista dei risultati finali. Fu Joseph Pilates a sviluppare l’omonimo metodo che, fondandosi sull’incontro tra discipline orientali quali lo yoga e le dottrine sportive tipiche dell’occidente, ideò un metodo rivoluzionario di allenamento.

Alla base della riflessione di Joseph Pilates ci fu una necessità personale: l’infanzia del futuro ginnasta fu caratterizzata da una salute decisamente cagionevole alla quale egli reagì lavorando intensamente sul proprio corpo. Gli allenamenti a cui si sottopose gli mostrarono, però, quanto limitanti potessero essere le possibilità offerte dal fitness dei primi decenni del 1900.

Gli aspetti da lui ricercati, infatti, portavano non solo verso il potenziamento della forza del corpo, ma anche verso la ricerca dell’equilibrio e del bilanciamento fisico. Un compromesso che Joseph Pilates ritrovò coniugando le discipline sportive occidentali con le tecniche di respirazione e la fluidità corporea tipica dei metodi orientali. Due approcci diversi che trovano il proprio trait d’union nella concentrazione e nella piena consapevolezza dei movimenti, aspetti che portano a una completa coordinazione di corpo, mente e spirito, vera e propria peculiarità del Pilates.

Oggi conosciuto col nome del suo inventore, il Pilates inizialmente prese il nome di Contrology, disciplina che negli anni ’30 divenne particolarmente famosa tra ballerini e atleti come tecnica di riscaldamento, potenziamento e coordinazione.

Nella pratica il Pilates conta numerosissimi esercizi, spesso supportati da particolari attrezzi, il cui scopo è quello di far cooperare mente e corpo alla ricerca del comune controllo e della fluidità dei movimenti, coordinati tra loro tramite la respirazione.

I benefici che si possono ricavare da questa nuova tecnica sportiva sono molteplici. Il Pilates, infatti, migliora la postura andando ad agire consapevolmente sull’apparato scheletrico e contemporaneamente sul tono e la forza muscolare. I movimenti tipici della disciplina, poi, conferiscono maggior fluidità al corpo che, sottoposto alla sedentarietà della vita contemporanea, appare sempre più ‘legato’. Non bisogna poi dimenticare l’aspetto fondamentale del relax derivante dal Pilates, capace di diminuire lo stress grazie alla piena consapevolezza dei movimenti del proprio corpo.

Nonostante le sue origini siano decisamente vicine nel tempo, essendo nato i primi anni del 1900, la diffusione odierna del Pilates è il segnale più immediato di come questa disciplina abbia trovato nel consenso popolare la sua vera e più grande consacrazione a attività sportiva benefica per mente e fisico.

fit2